mercoledì 28 ottobre 2015

Lucca 2015, la mia wishlist

Lucca Comics & Games 2015 è ormai arrivata, dovrei dire di essere pronto ad affrontare questa nuova edizione ma mentirei alla grande.

In linea teorica, dovrei dividere il mio tempo in fiera su tre luoghi:

- Spazio Cagliostro, dove saranno in vendita "Giganti d'Acciaio" e "10 Barnes Street, Providence 1929: H.P. Lovecraft & Sherlock Holmes", due volumi antologici che hanno (anche) la mia firma. Qui tutte le informazioni sulle attività (davvero molte!) dell'editore a Lucca.

- Borda! Fest 2015. Qui sarò ospite del collettivo Crossover Gangbang, con il quale ho realizzato Gli Angoli - antologia di follia a fumetti. Qui per tutte le informazioni relative alla loro presenza lucchese.

- La fiera. Sì vorrei girarla anche un po', soprattutto perché, mai come quest'anno, ho l'impressione di avere una lista dei desideri decisamente lunga.

In ordine casuale, ecco i fumetti che ho adocchiato:



Tequila Sunrise e Crossology (Crossover Gangbang) - Il primo è un pulp rovente, il secondo un'antologia firmata dal collettivo di autori powered by Verticalismi.



The Steam, Dead Blood I e The Quest (Noise Press) - I primi tre prodotti della neonata Noise Press, una piccola casa editrice messa su da un gruppo di autori niente male, credo che ne sentiremo parlare in futuro.



Absolute Madadh vol. 1 (Crazy Camper) - Insieme a Bren Gattonero, Madadh è il fumetto "di bandiera" della Crazy Camper. Il primo l'ho preso nella scorsa edizione di Lucca e non me ne sono pentito affatto. Curioso per questo. Poi 15 euro per oltre 400 pagine è un prezzo più che ottimo.



Black Block (Damage Comix) - Come sopra, l'anno scorso ho preso Prigioniero 8, quest'anno mi tocca Black Block che per raggiunti limiti di budget ho dovuto lasciare sul banco nel 2014.



Elba: La profezia di Nerina (Double Shot) - Il progetto #elbamovie mi aveva incuriosito,  questo fumetto è una sua ulteriore estensione. Per un appassionato di transmedia e crossmedia storytelling come me è praticamente un invito a nozze.



Arcana Mater vol. 2, Carlo Lorenzini vol. 2, Esso 2, Quantum Academy e Rail Roads (Manfont) - Ci sarebbe davvero tanto da scrivere e magari un giorno lo farò. Per ora vi basti sapere che ho apprezzato molto i primi numeri di Arcana Mater, Carlo Lorenzini e Esso, quindi piena fiducia al collettivo anche sul resto.



The Secret Redux (2 e 3) (Edizioni Inkiostro) - Fantascienza e complottismo, due ingredienti che mi stuzzicano non poco.



Noumeno (1 e 2), Robotics, Paranoiae (Shockdom) - Della serie "roba che non ho potuto prendere l'anno scorso".



Incrociatore Spaziale Minerva e Le indagini di André Dupin (Labo) - Come sopra. Il primo è fantascienza spinta, il secondo vinse il Lucca Project di qualche anno fa.



Ritmo lento in fondo al mare (Hyppostyle) - Liberamente ispirato a Canzone a Manovella di Vinicio Capossela. Già questo dovrebbe bastare, colori e disegni fanno il resto.


Bene, ora vado a vendere un paio di organi per potermi permettere tutto ciò.


Nessun commento:

Posta un commento